Animando su

Tribute to Frank Zappa

Alla nostra pagina Media alcune immagini del concerto “Tribute to Frank Zappa” (Musiche di Stravinskij, Zappa, Bach, Ciardelli) con Napoleon Murphy Brock, leggendario sassofonista della band di F. Zappa, voce, flauto e il trio trio acustico Pierpaolo Romani (clarinetto), Andrea Pennati (chitarra) e Valentina Ciardelli (contrabbasso)

Archivi

Il trionfo dell’Imperatore con Animando

Alla pagina Media una sintesi fotografica del concerto.

Sul nostro canale Youtube l’“Adagio, II movimento del concerto n. 5 per pianoforte e orchestra”.

Un piccolo ensemble magicamente trasformato in orchestra, sette musicisti in splendida forma, i due capolavori beethoveniani (Egmont e Il concerto n.5 l’Imperatore) hanno conquistato un pubblico folto e attento, che ha assistito all’esecuzione con fervida partecipazione: molti gli intervenuti che hanno dovuto disporsi in piedi, in fondo alla sala e alle pareti laterali: prima dell’ora di inizio la sala dell’Affresco era colma.

Il successo è merito, in primo luogo, dei musicisti. Il Maestro Fabrizio Datteri, ideatore e conduttore, avvalendosi di un eccellente pianoforte (fornito da Pietrasanta, come è stato ricordato), ha regalato al pubblico una interpretazione impareggiabile. Il flauto di Filippo Rogai, i violini di Alberto Bologni e Gloria Merani, il violoncello di Filippo Burchietti, la viola di Anne Loken – strumentisti di fama e maestri del nostro IM Boccherini o del Paganini di Genova – assieme al contrabbasso di Salvatore la Rosa, un giovane emergente, hanno prodotto il miracolo di una sonorità tale da eguagliare quella di un’orchestra di 80 elementi.

Ma il merito va anche alla riscrittura del grande musicista Ignaz Moscheles, praghese nato nel 1794 e morto nel 1870, appassionato di Beethoven e geniale “arrangiatore” delle sue opere per renderle fruibili nei salotti borghesi con un organico ridotto: una operazione che non ha fatto rimpiangere la partitura originale.

Il successo decretato dal pubblico a questa prima esecuzione assoluta moderna è stato immenso, con una ovazione che ha strappato il bis del II° movimento del Concerto n. 5, al termine del quale molti mostravano una commozione palpabile.

Animando chiude con questo evento le sue proposte primaverili nel Settecento Musicale a Lucca. Le riprenderà a Bagni di Lucca con l’esibizione del Quartetto vincitore del Premio Betti (con Virtuoso&Belcanto) il 27 luglio prossimo; e le completerà con l’organizzazione del concerto Musica Ritrovata, rinviato a ottobre per problemi sopraggiunti. Intanto si avvia la stagione estiva di Animando, più leggera e ricreativa, ma sempre ricca di buona musica.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.