Animando su

Archivi

Il Virtuosismo Strumentale: i grandi del Settecento con Freiles e Nuove Assonanze

Dopo il caloroso successo della serata inaugurale con l’Orchestra Arché Barocca, Animando ha dispiegato il suo programma proponendo venerdì 24 febbraio, sempre all’Auditorium Boccherini, un altro appuntamento con la musica strumentale barocca, lucchese e non. L’ensemble stavolta è stato quello di Nuove Assonanze, apprezzato protagonista nelle passate edizioni, guidato con eleganza dal M° Alan Freiles. Il repertorio ha spaziato da Tartini e Vivaldi, esponenti massimi del Barocco veneto, a Gluck, grande autore tedesco, ai quali si è accompagnato in comparazione il nostro Luigi Boccherini, anche per celebrarne l’anniversario della nascita. Il titolo della serata, il Virtuosismo strumentale, ha richiamato il protagonismo assunto da singoli strumenti – come il violino, ma anche il flauto o l’oboe e il violoncello – a seguito della evoluzione del Concerto grosso, che privilegiava in origine il dialogo fra gruppi di strumenti. Nacquero allora i “virtuosi” della voce e dello strumento, veri e propri divi richiestissimi nelle corti europee. Abbiamo ascoltato virtuosi del violino, del violoncello e del flautino in opere di grandi strumentisti come Tartini e Vivaldi (violinisti), Boccherini (violoncellista), Gluck. Ancora una serata di vario bouquet barocco, che ha allietato l’anima e distesa la mente. Nuovamente grazie al contributo della Fondazione CRL.

Una recente intervista al M° Alan Freiles è disponibile sul sito di Lucca Musica.

Foto/Ritratto di Boccherini ad opera di Pompeo Batoni, 1764/7

Il Programma della serata  (Auditorium Istituto Musicale “L. Boccherini”, Venerdì 24/2/2017, ore 21)

Il Virtuosismo Strumentale
Giuseppe Tartini (1692 – 1770) – Concerto in La maggiore per violino D96Solista Massimo Nesi
Antonio Vivaldi (1678 – 1741) – Concerto per flautino in do maggiore RV443Solista Matteo Romoli

Antonio Vivaldi (1678 – 1741) – Concerto per 4 violini in Si minore per 4 violini e violoncello obbligati Op 3 n.10.
Luigi Boccherini (1743 – 1805) – Sinfonia G490
Christoph Willibald GluckDanza degli spiriti beati e melodia, da “Orfeo e Euridice” per flauto e archiSolista Matteo Romoli

Ensemble “Nuove Assonanze” – Direttore Alan Freiles

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.